I Cinque Tibetani: Ecco i 5 Esercizi yoga che danno giovinezza e allungano la Vita

Pubblicato da Stefano il 16 Apr 2015 - Letto 34.627 volte
Scopri ora il vero percorso per ottenere la vera libertà. Accedi a innumerevoli segreti e tecniche per essere Sano, Libero e Felice, che sono celati al 99% dell'umanità.
Scarica ora Gratis il 1° Passo ->
e mi iscrivo alla mailing list
 

I cinque 5 riti tibetaniI cinque tibetani, definiti anche l’elisir di lunga giovinezza, sono delle pratiche che permettono a coloro che vi si dedicano di essere più vitali nel corpo, nella mente e nello spirito. Fare questi 5 esercizi di yoga migliorerà non solo il rapporto con il momento che vivi ma anche la visione che del mondo che hai adesso.

Devi sapere che praticare i 5 esercizi tibetani non è così difficile come potrebbe sembrarti a prima vista. Accedere a questa Fonte della Giovinezza non è impossibile. Tutti potenzialmente possono riuscirci, purché vi sia il giusto impegno.

Cosa sono i cinque tibetani e quali sono i benefici a livello pratico?

I cinque tibetani sono una forma di meditazione attiva. In pratica uniscono l’allenamento mentale a quello fisico. Ti aiuteranno a essere (e non soltanto a sembrare) più giovane.  Sarai pronto a conquistare il mondo e ad accogliere ogni nuova sfida della vita con gioia.

Tuttavia questo cambiamento non è illusorio. Non si tratta di una sensazione transitoria Tutto il tuo corpo emanerà questa nuova vitalità visibile anche all’esterno. I cambiamenti, infatti potrai vederli anche a livello fisico.

Aumenterai la tua consapevolezza. Saprai di essere vivo non solo perché cammini e ti muovi su questa terra, ma piuttosto perché in te sarà nata una nuova voglia di assaporare ogni singolo istante pienamente. Ogni singola cellula attingerà da una nuova fonte di energia, vedremo tra poco di cosa si tratta.

Ecco l’errore che tutti fanno quando iniziano a praticare i 5 tibetani

Come accade nella meditazione però, non dovrai vivere nell’ossessione di raggiungere il risultato finale. Altrimenti rischieresti di sprecare il tuo tempo. Se vuoi imparare a vivere, devi farlo da oggi. Smetti di farti condizionare dalla follia comune di dover raggiungere sempre un obbiettivo nel minor tempo possibile. Assapora ogni singolo giorno, ogni singolo passo. Solo così inizierai da subito a scoprire i benefici dei cinque tibetani.

Perché funzionano?

Per capire come possono i cinque tibetani funzionare, devi fare un passo indietro e comprendere meglio i sette chakra. Questi esercizi vanno infatti a lavorare su questi centri energetici e le sette ghiandole endocrine a essi collegate.

Come saprai le funzioni del corpo sono regolate dalle ghiandole endocrine che vanno a rilasciare ormoni. Così come vi sono gli ormoni benefici della crescita, vi sono anche quelli della morte, i quali sono prodotti dalla ghiandola pituitaria.

Quando vai a stimolare uno a uno i chakra lavorerai anche a contatto con le sette ghiandole endocrine. La ghiandola pituitaria è quella collegata al settimo chakra, conosciuto anche come “loto dai mille petali” o chakra della corona.

Nel momento in cui inizi a lavorare su questi centri energetici andrai a equilibrare anche gli ormoni e di conseguenza le funzioni corporee. Quando una persona è sana tutti i canali energetici trasmettono all’energia vitale universale (Ki, ci, Qi, ecc.. ) di fluire.

I cinque tibetani servono proprio a regolare queste energie, aiutano a rallentare la produzione dell’ormone della morte e di conseguenza a favorire quello della crescita.

I cinque tibetani sono esercizi che chiunque potrebbe eseguire. La cosa importante quindi, è che tu sia costante. Solo così potrai vedere i risultati già dopo un mese di pratica. Questi Cinque Riti o Cinque Esercizi dovrai ripeterli ogni giorno. Vedremo tra poco tutte le indicazioni pratiche.

A livello fisiologico i cinque riti tibetani funzionano perché comprendono una flessione o estensione del collo. In questo modo vi è un flusso costante di informazioni al cervello. L’articolazione che si muove va ad accrescere le attività nel talamo e nel cervelletto. Più costanza c’è nella pratica di questi esercizi e maggiore sarà l’equilibrio.

Contribuisce a un prematuro invecchiamento e le malattie la vita sedentaria. Provoca infatti un rallentamento a livello di ognuno dei sistemi corporei. I nervi sensoriali si atrofizzano perché non ricevono segnali.

Questi rituali oltre a impedire tutto questo ti aiuteranno anche a liberare il corpo da impurità e tossine. Vi sarà un miglior flusso di ossigeno al cervello e di conseguenza questo funzionerà meglio.

Prima di iniziare ricordati che

Questi riti devi praticarli ogni giorno, dal primo al quinto. Ogni rito dovrebbe essere ripetuto 21 volte al giorno. Arriverai a questo numero con il tempo. Puoi partire da una media di tre o quattro per poi aumentare con i tuoi tempi ad esempio di 1 ripetizione ogni sette giorni.

Quando ti senti affaticato, sei ammalato o occupato, non saltare, semplicemente diminuisce la ripetizione di ogni Rito a non più di tre volte consecutive. In questo mono non spezzi la routine. Se per qualche motivo non riesci a eseguire gli esercizi per qualche giorno, non cercare di recuperare il tempo perso aumentando le ripetizioni giornaliere. Anzi, fai qualche passo indietro e diminuisci. Raggiungi nuovamente le 21 ripetizioni gradualmente.

Non aumentare le 21 ripetizioni giornaliere. Quando arrivi a questo numero, hai raggiunto il tuo traguardo. Tutto ciò che faresti in più sarebbe del tutto inutile.

Esegui gli esercizi a stomaco vuoto o comunque mai prima di due ore da quando hai mangiato. Indossa abiti comodi, se indossi gli occhiali toglili. Utilizza sotto di te un tappeto da ginnastica. Scegli un luogo calmo della casa dove nessuno può disturbarti. Se non hai la possibilità di eseguire i riti in un momento di tranquillità, non rendere questo ostacolo una scusa per non eseguirli.

Mentre esegui i cinque tibetani devi prestare molta attenzione alla respirazione.
Quando il corpo si allontana dalla terra, devi ispirare.
Quando si avvicina, devi espirare.

I cinque tibetani in pratica

Adesso che hai visto in teoria cosa sono i cinque tibetani, ti spiego a livello pratico come puoi immetterli nella tua vita di tutti i giorni. Vediamo rito dopo rito i cinque tibetani. Ricordati: la costanza è fondamentale. Inizia a metterli in pratica da subito.

Primo rito tibetano

Primo rito tibetanoA cosa serve il primo rito dei cinque tibetani?

Grazie a questo primo rito potrai accelerare la velocità dei vortici. Inizierai a sentire i primi benefici. Questo esercizio infatti allevia i problemi di vene varicose e circolazione, tonifica gli arti superiori e migliora la velocità del flusso energetico. Rivitalizza le cellule e porta una nuova lucidità mentale. Ottimo anche per chi soffre di emicrania.

Ecco la guida per eseguirlo:

  1. Stai in piedi, con i piedi paralleli e un poco divaricati. Le ginocchia devono essere flesse. Allarga le braccia e portale orizzontali al pavimento. Stendi bene tutte e cinque le dita di ogni mano.
  2. Mantieni la concentrazione tre dita sotto l’ombelico, all’incirca dove si trova il secondo chakra.
  3. Immagina, vivi la sensazione, di lasciarti affondare fino a nove metri di profondità nel terreno. Stai mettendo le radici.
  4. Ruota su te stesso, da sinistra verso destra, fino a quando non inizi a sentire un leggero capogiro.
  5. Per attenuare la sensazione di vertigine mantieni la concentrazione su un punto davanti ai tuoi occhi. Mantieni il contatto fino a quando puoi, cioè prima di dover fare il giro totale e ritornare nella posizione originale. Riprendi subito il contatto.
  6. Mentre stai girando, avvicina le palme delle mani al viso e guarda fisso i pollici. Quest’ultimo passo è indispensabile per mantenere la concentrazione al centro della propria tranquillità e forza.
  7. Quando sei tornato al punto di partenza, in posizione eretta, congiungi le mani all’altezza dello sterno e guarda i pollici. Aiuta  a mantenere l’equilibrio.

Precauzioni

Se: soffri di vertigine, sei in dolce attesa, assumi farmaci, hai un disturbo senile, il morbo di Parkinson o la sclerosi multipla, prima di iniziare l’esercizio consulta il tuo medico perché il movimento di rotazione potrebbe avere controindicazioni verso il tuo preciso stato di salute.

Secondo rito tibetano

Secondo rito tibetanoA cosa serve il secondo rito dei cinque tibetani?

Il secondo rito tibetano armonizza la ghiandola della tiroide e quella surrenale. Agisce positivamente sui reni, il sistema digestivo e le ghiandole sessuali. Aiuta a regolarizzare il ciclo mestruale e allevia i sintomi della menopausa. Se soffri di problemi intestinali questo esercizio di aiuterà. Migliora anche i muscoli cardiaci, il flusso linfatico e la respirazione. Diminuisce i dolori della schiena. Lavora soprattutto sui primi cinque chakra.

Ecco la guida per eseguirlo:

  1. Sdraiati a terra, con la faccia rivolta verso il soffitto. Cerca un luogo morbido ma piuttosto rigido. L’ideale sarebbe un tappetino da yoga.
  2. Distendi le braccia lungo i fianchi e tieni i palmi delle mani, con le dita unite, rivolti verso il pavimento.
  3. Solleva il capo da terra, avvicinando il mento al petto. Contemporaneamente solleva entrambe le gambe e portale in posizione distesa, verticale. Cerca di mantenere il bacino a terra. Nel mentre inspira profondamente.
  4. Estendi le gambe, sempre in posizione eretta, verso la testa.
  5. Riportale verso terra e fare lo stesso con la testa. Espira completamente.
  6. Ripetete l’esercizio.

Quando hai le gambe in posizione eretta, prima di ridistenderle, respira normalmente, mantenendo però un respiro calmo e rilassato.

Precauzioni

Se: soffri di ernia, ernia iatale, alterazione dei dischi intervertebrali, sindrome di Meniere o ipertiroidismo, cuore ingrossato o problemi all’apparato cardiaco, allora chiedi consiglio al medico prima di iniziare questo esercizio. Lo stesso vale se sei fresco di un intervento chirurgico, se assumi farmaci o sei in dolce attesa.

 

Terzo rito tibetano

Terzo rito tibetanoA cosa serve il terzo rito dei cinque tibetani?

Questo esercizio è molto utile se hai problemi al collo e la schiena, se soffri di sinusite o mestruazioni irregolari. Rinvigorisce la ghiandola della tiroide, i reni e tutto il sistema digestivo. Rafforza l’addome e allevia i dolori cervicali. Allevia i problemi di sinusite e accelera la rotazione del terzo e quinto chakra.

Ecco la guida per eseguirlo:

  1. Inginocchiati sul pavimento con il dorso dei piedi sollevato e le dita appoggiate a terra. Mantieni il corpo dritto e lascia le mani appoggiate sulle gambe posteriori, dove sono i muscoli. Tendi i muscoli dei glutei.
  2. Inclina avanti il collo e il capo, piega il mento sul petto.
  3. Inclina dolcemente la testa all’indietro e inarca la spina dorsale. Inspirare profondamente e espirare quando ritorni alla posizione eretta.

Precauzioni

Sottoponiti a un controllo medico prima di iniziare l’esercizio se soffri di ipertensione, enria o ernia iatale. Fai attenzione anche ai problemi di ipertiroidismo, alle alterazioni di dischi intervertebrali e se negli ultimi mesi ti sei sottoposto a un’operazione chirurgica. Lo stesso vale se hai problemi di cuore o sei in dolce attesa.

 

Quarto rito tibetano

Quarto rito tibetanoA cosa serve il quarto rito dei cinque tibetani?

Questo esercizio ti sarà particolarmente di aiuto se soffri di artrite e osteoporosi. Fortifica il sistema digestivo e la ghiandola della tiroide. Fortifica le ghiandole sessuali e ha benefici sia sula circolazione che il flusso della linfa. Ha un effetto tonificante su arti inferiori e superiori. Lavora sui primi cinque chakra.

Ecco la guida per eseguirlo:

  1. Siediti a terra. Mantieni le gambe distese e lontane l’una dall’altra di circa 30 centimetri. Appoggia i palmi delle mani sul pavimento. Tieni il busto eretto.
  2. Piega il mento in avanti sul petto.
  3. Solleva il corpo da terra piegando le ginocchia. Le braccia devi tenerle tese.
  4. Devi formare un ponte con il busto, il quale deve rimanere parallelo al pavimento. Le gambe e le braccia devono formare una linea verticale.

Precauzioni:

Prima di eseguire l’esercizio richiedi il parere del medico se: soffri di ernia iatale, ipertiroidismo, se sei incinta, se hai subito un intervento chirurgico negli ultimi mesi, se soffri di ipertensione o patologie alla spina dorsale. Lo stesso vale in caso di problemi cardiaci.

 

Quinto rito tibetano

Quinto rito tibetanoA cosa serve il quinto rito dei cinque tibetani?

Allevia i problemi di artrite, osteoporosi e sinusite. Ti sarà di grande aiuto se soffri di reni, problemi di digestione e d’intestino. Utile anche in caso di dolori al collo e la schiena. Favorisce la circolazione sanguigna e linfatica e dona una nuova energia. Accelera la rotazione di tutti quanti i chakra.

Ecco la guida per eseguirlo:

  1. Con la pancia rivolta verso il pavimento, tieni le braccia tesi e fletti le dita dei piedi.
  2. I piedi devono essere distanti tra loro di circa 60 centimetri. Lo stesso vale per le braccia.
  3. Inarca la schiena. Contrai i glutei. Piega la testa indietro il più possibile.
  4. Sollevare il corpo piegandolo all’altezza dei fianchi. In pratica dovrai formare con il corpo una V capovolta.
  5. Contemporaneamente piega il mento sul corpo.

Precauzioni:
Se soffri di ipertensione, alterazione ai dischi intervertebrali, ipertiroidismo, ernia iatale, vergine e problemi di cuore, consulta il medico prima di iniziare l’esercizio. Lo stesso vale se sei in dolce attesa.

Video di approfondimento:



Spero come sempre di averti fornito un informazione utile e interessante. Se vuoi condividere questo articolo sui social network, utilizza i bottoni qui sotto. Se vuoi esprimere la tua opinione o fornire dei suggerimenti in merito a quanto discusso, scrivi un commento qui sotto nel form.

Fonti e prodotti consigliati:

http://it.wikipedia.org/wiki/I_cinque_riti_tibetani

http://www.macrolibrarsi.it/speciali/i-5-tibetani-elisir-di-lunga-vita.php

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__i_cinque_tibetani_1.php

Le persone dopo hanno letto:

 
CONDIVIDI: Hai trovato questo articolo utile e interessante? Condividi sui Social Network . La condivisione di queste informazioni è il primo passo per vivere in un mondo migliore. Ogni tua condivisione è apprezzatissima e può far vivere meglio
altre persone
. Grazie mille!

Vedi la mia cassetta della libertà

Scopri ora il vero percorso per ottenere la vera libertà. Accedi a innumerevoli segreti e tecniche per essere Sano, Libero e Felice, che sono celati al 99% dell'umanità.
Scarica ora Gratis il 1° Passo ->
e mi iscrivo alla mailing list

Articolo inserito in: Esercizi fisici e Yoga, Salute e Benessere, Video , ,
Gli utenti hanno letto anche:
 Commenti:

Lascia un commento!