Di che qualità è l’acqua del tuo rubinetto? Ecco come scoprirlo in modo economico

Pubblicato da Stefano il 28 Ott 2014 - Letto 18.436 volte
Scopri ora il vero percorso per ottenere la vera libertà. Accedi a innumerevoli segreti e tecniche per essere Sano, Libero e Felice, che sono celati al 99% dell'umanità.
Scarica ora Gratis il 1° Passo ->
e mi iscrivo alla mailing list
 

acqua del rubinetto qualitaFino a poco tempo fa, come ho scritto nel precedente articolo “bere l’acqua del rubinetto non fa bene sè..bevevo tranquillamente l’acqua del rubinetto di casa, senza preoccuparmi della sua qualità, in quanto mi fidavo abbastanza di quello che spesso si sente dire dell’acqua che ci arriva a casa:

"L’acqua pubblica è molto sicura e controllata! Più sicura e controllata anche dell’acqua in bottiglia gestita e venduta dai privati. L’acqua fornita ai cittadini visto che fornisce milioni persone e famiglie è per questo super controllata e sicura."

B’è oggi mi rendo conto che, inizialmente “come succede alla maggior parte delle persone”  (che bevono l’acqua del rubinetto solo a seguito della persuasione del tam tam mediatico e da quello delle persone che però) non è possibile avere la minima idea di come sia la qualità dell’acqua che scorre dal proprio rubinetto di casa.

Tu, cosa pensi ?

B’è se sei qui è evidente che qualche dubbio ti è venuto e vuoi capirne di più. Ed è quello che scoprirai.

Sicuramente anche tu hai sentito dire le solite frasi che ho scritto sopra, e per questo ti chiedo:

Le persone che ti hanno sempre detto che l’acqua di casa è più sicura di quella in bottiglia, ti hanno mai fatto vedere “dati alla mano” le caratteristiche dell’acqua che esce dai loro rubinetti ? Probabilmente dicono quelle cose solo perché sono stati convinti a loro volta, ma non hanno idea della reale qualità della loro acqua domestica.

Io mi sono posto la domanda più volte e dopo i vari test che ho fatto (che puoi fare benissimo anche tu) ho scoperto che l’acqua che arriva alla mia casa è un acqua di pessima qualità, molto dura (quindi con presenza di molti minerali disciolti, granella e calcare) che probabilmente ha grossamente intossicato il mio organismo a causa della sua enorme durezza e la sua impurezza.

Come deve essere un acqua di buona qualità ?

Un acqua di buona qualità deve essere essenzialmente:

1# Povera di minerali: cioè avere il famoso “residuo fisso” il più basso possibile

2# Povera di residui insolubili impuri: cioè particelle piccolissime di sabbia, ruggine e altri tipi

3# Povera di Cloro e Fluoro: in quanto questi due al di la che uno (il cloro) possa purificare l’acqua uccidendo germi e batteri, sono estremamente dannosi per la nostra salute. (vedi articolo: il cloro e il fluoro nell’acqua

Queste sono le caratteristiche più importanti che un acqua di buona qualità deve avere di base, tuttavia l’acqua più benefica per il nostro organismo, è l’acqua viva cioè un acqua dalla caratteristiche ancora migliori che apporta enormi benefici in termini di salute, energia e depurazione per l’organismo. Su questo argomento ho scritto diversi articoli, vedi: acqua viva come farla economicamente.

Oggi ho installato un sistema filtrante fatto in casa ed ecco ad esempio come sono ridotti solo dopo 2 mesi i filtri che ho montato.

filtri nuovi vecchi acqua filtratta casa

Pensare che prima tutti quei residui rossi intrappolati nei filtri finivano nel mio organismo…
CHE CHIFO !!

 

Come verificare la qualità dell’ acqua di casa ?

 Per capire di che qualità possa essere la tua acqua di casa ci sono due strade:

1# Effettuare dei test presso dei laboratori di analisi chimiche

Nel primo caso basta che ti metti in contatto (o cerchi su internet) un laboratorio che fa analisi chimiche e chiedi a loro di analizzare la tua acqua, prelevando come da loro indicazioni l’acqua del rubinetto. Questo test si aggira su un costo di circa 100- 150 euro, ma può essere una buona cosa investire in questo tipo di analisi.

Ad esempio il laboratorio a cui ho fatto fare le analisi offrono questi due tipi di servizi:

1# ANALISI MICROBIOLOGICA (Carica batterica, Escherichia Coli, Enterococchi)

2# ANALISI CHIMICA (Durezza, pH, Conducibilità, Ammonio, Cloruri, Nitrati, Nitriti, Solfati, Ferro, Manganese, Sodio, Potassio)

Io ho effettuato solo la seconda analisi in quanto essendo già acqua potabile, dovrebbe già essere microbiologicamente pura…. Spero J

 

2# Effettuare dei test casalinghi

La cosa più veloce e pratica da fare è fare dei test casalinghi anche se in questo caso non si può determinare la quantità di cloro o fluoro presente in acqua.

Le cose che puoi fare sono 2: Analizzare la tua tubazione privata (quella che va dal tubo dall’acquedotto fornito dal comune al rubinetto di casa ) e capire qual è la durezza.

 

Perché è importante analizzare la tubazione ?

Se vivi in una casa che non è stata costruita di recente è probabile che le condutture dell’acqua siano vecchie, di ferro zingato o di piombo e quindi probabilmente intasate e molto rugginose.

Ecco come erano le mie prima che le cambiassi:

tubazione incrostata acqua vecchia

Da questa foto puoi capire bene che pessima acqua bevevo prima di far cambiare le tubazioni. E molto probabilmente lo stai facendo anche tu.

Nella maggior parte dei casi la tua casa è più vecchia rispetto alle ultime tubazioni messe dal comune per portare l’acqua in casa tua, pertanto avrà sicuramente utilizzato delle tubazioni in materiale sintetico plastico PVC su cui non c’è pericolo di corrosione e quindi questi tubi sono immuni dalla formazione di sedimenti.

In casa tua invece, potresti avere (in base a quando è stata costruita e in base a quanto intelligenti sono stati i realizzatori :) ) delle tubazioni in ferro zincato (le peggiori), in rame o in PVC bianco.

 Se hai le tubazioni in ferro zincato è estremamente probabile che nell’acqua che scorre dal tuo rubinetto si trovino particelle minuscole (ma estremamente dannose) di ruggine e forse non solo. Perché a causa degli anni di utilizzo si è sviluppato il processo di corrosione e incrostazione dei tubi. Come è successo a me (vedi foto sopra).

Pertanto, se bevi l’acqua del rubinetto o la utilizzi per cucinarne o per lavare i cibi, ingerisci inevitabilmente della ruggine.

Mentre se hai degli ottimi tubi di rame o di PVC sei salvo e l’acqua che bevi dovrebbe essere pulita almeno da questo punto di vista. Tuttavia ti consiglio di controllare gli attacchi/raccordi che si avvitano a questi tubi dentro al muro, perché spesso questi vengono fatti in materiale ferroso e possono arrugginirsi, ostruirsi e quindi, come i tubi arrugginiti, rilascia sostanze dannose nell’acqua. Negli ultimi anni però questi raccordi/attacchi sono stati sostituiti con oggetti uguali ma di ottone che è un materiale che non si arrugginisce a contatto con l’acqua.

Fai attenzione agli Ionizzatori da attaccare al rubinetto !

ionizzatori acquaA tal riguardo ti voglio anche avvisare di una cosa: Se in casa hai già un dispositivo che attiva l’acqua e la rende viva, cioè filtrandola parzialmente, aumentandone il ph rendendola basica e attivandola portandola ad avere un OPR cioè potere di ossido riduzione negativo come spiegato qui: Acqua viva: Alcalina, Ionizzata e Energizzata – Ecco Cos’è devi sapere assolutamente di che qualità è la tua acqua di casa perché altrimenti rischi di rendere inefficace il lavoro del dispositivo in quanto attivi acqua di pessima qualità che continuerà a farti sempre male.

 

Come scoprire la durezza dell’acqua e il residuo fisso ?

L’altro test casalingo che puoi fare riguarda la presenza di minerali insolubili disciolti nell’acqua. La presenza di queste sostanze che essendo “insolubili” non sono assimilabili al 100% dall’organismo, per questo sono dannosi per l’organismo. Il nostro corpo riesce ad assimilane solo una parte ma con un lavoro enorme; mentre quelli che non riesce ad assimilare rimangono all’interno del corpo dando origine a vari problemi di salute come i diffusissimi calcoli renali a causa della renella..

In pratica è come mangiare sassi. E tu i sassi riesci a digerirli ?  

Inoltre negli anni ci sono state molte ricerche su questo fronte, che non sono per niente state diffuse, ma che si possono trovare citate su libri o sul web.

Ecco perché quanto più basso è il residuo fisso (durezza) quanto è migliore la qualità dell’acqua.

Il test che puoi fare subito per coprire la durezza e il residuo fisso della tua acqua consiste in:

  • Riempire una pentola (almeno di 4 litri di acqua)
  • Metterla sul fuoco, coprendo la pentola con un coperchio
  • Portare ad ebollizione l’acqua
  • Far bollire semplicemente l’acqua per circa 2/3 ore fino a quando l’acqua non è quasi del tutto evaporata.

Quello che vedrai (in base alla qualità/durezza dell’acqua) sarà un residuo bianco sulle pareti verticali della pentola, e sul fondo in base a quanta acqua è rimasta (ti consiglio di farcela rimanere solo pochi millimetri in modo da vedere maggiormente bene i residui) uno strato appiccicoso e biancastro, e a volte un pò terroso.

Il residuo bianco sulle pareti, sono i sali minerali insolubili disciolti nell’acqua (il famoso calcare).  Che essendo insolubile, non è potuto evaporare nel processo come invece è successo per l’acqua. Questo porta alla formazione della renella nell’organismo e in forma più grave alla formazione di calcoli renali.

Il residuo appiccicoso, marrone sul fondo, sono i metalli pesanti e tutte le particelle insolubili ancora più grosse (rispetto ai sali minerali presenti sulle pareti verticali) come sabbia, ruggine e altre che si sono depositate nel fondo.

residuo fisso nell'acqua di casa

 

Io ho fatto il test con un distillatore, e come puoi vedere dalle foto il risultato è orribile.

E pensare che, tutto quello qualche tempo fa finiva dentro al mio corpo. Che schifo!! Orribile.

La stessa cosa, potrebbe succedere a te. Quindi massima attenzione!!

 

Cosa fare  se la qualità della tua acqua è pessima ?

Adesso sai come analizzare (anche economicamente ) la qualità della tua acqua di casa; per fare questo ti consiglio di effettuare almeno il test casalingo andando a controllare le tubazioni e la presenza di sali insolubili disciolti nell’acqua.

Per migliorare la qualità dell’acqua puoi intervenire su due cose:

1#) Migliorare la tubazione di casa

2#) Inserire una sequenza di filtri per ridurre la maggior parte delle impurità fisiche e chimiche

Adesso ti consiglio di leggere l’articolo su “Cosa fare se l’acqua del rubinetto è di bassa qualità ? “ in cui spiego nel dettaglio come intervenire su queste due cose e ti mostro l’impianto filtrante componibile che ho installato nella mia abitazione ( puoi vedere nella foto qui sotto) per ottenere un’acqua di migliore qualità.

sistema filtrante mio acqua pura

 

Spero di averti fornito un informazione utile e interessante. Mi farebbe piacere se tu condividessi questo articolo sui social network, utilizza i bottoni qui sotto in modo che molte più persone possano aprire gli occhi su quello che stanno realmente bevendo. Se vuoi esprimere la tua opinione o fornire dei suggerimenti in merito a quanto discusso, scrivi un commento qui sotto nel form.

Le persone dopo hanno letto:

 
CONDIVIDI: Hai trovato questo articolo utile e interessante? Condividi sui Social Network . La condivisione di queste informazioni è il primo passo per vivere in un mondo migliore. Ogni tua condivisione è apprezzatissima e può far vivere meglio
altre persone
. Grazie mille!

Vedi la mia cassetta della libertà

Scopri ora il vero percorso per ottenere la vera libertà. Accedi a innumerevoli segreti e tecniche per essere Sano, Libero e Felice, che sono celati al 99% dell'umanità.
Scarica ora Gratis il 1° Passo ->
e mi iscrivo alla mailing list

Articolo inserito in: Acqua, Alimentazione, Cosa faccio nella mia vita, Salute e Benessere , , , , ,
Gli utenti hanno letto anche:
 Commenti:

Lascia un commento!